Appuntamento da non perdere

Con cadenza biennale la più importante Fiera del settore aprirà i battenti a Milano, Fiera Milano (Rho, padiglioni 22-24) il 17 maggio e per tre giorni vedrà impegnate tutte le industrie del settore siderurgico.

Nata nel 2005 a Brescia, per poi spostarsi nel 2013 a Milano, Fieramilanocity, ed infine a Rho, per dare risalto all’internazionalità del settore. Una crescita continua di presenze, tra visitatori ed espositori, che ha sfiorato le 13.000 persone nell’edizione passata, I STEEL BELIEVE.

Quest’anno, il titolo della manifestazione sarà STRONGER TOGETHER e, come dichiara l’amministratore delegato Emanuele Morandi, anche presidente di Siberweb, vuole essere “un richiamo all’importanza che un lavoro sinergico e di sistema riveste per il futuro delle imprese che operano in campo siderurgico. Proprio in quest’ottica, Made in Steel rappresenta un appuntamento strategico per il business dell’acciaio internazionale”.

Un evento tra i più importanti in Europa, dedicato al settore, dove si incontrano business e strategia, per far sì che non sia solo una vetrina espositiva ma sia attiva per la risoluzione di qualsiasi problematica nel settore.

Presenti, come nelle scorse edizioni di Made in Steel, gli storici protagonisti italiani dell’acciaio, oltre ai numerosi ospiti di rilievo, dalla siderurgia internazionale, dal mondo accademico, della ricerca e dalle istituzioni.

Come in passato sono stati protagonisti di convegni, dibattiti e momenti di confronto. Anche quest’anno una giuria tecnica attribuirà, come per le ultime quattro edizioni, i Made in Steel AWARDS, per premiare gli espositori che si sono distinti nelle diverse categorie, dando dimostrazione de fatto che, oltre al freddo acciaio, ci sarà spazio anche per il design e per l’estetica.

È perciò un appuntamento irrinunciabile e privilegiato, non solo per la presentazione e l’esposizione di aziende importanti, anche appartenenti alla filiera, ma soprattutto per le numerose iniziative correlate, che offrono un’ opportunità di condivisione di conoscenze.

È una sorta di contaminazione internazionale che come risultato ha di certo una crescita collettiva, in termini di innovazione, terreno fertile per la nascita di nuove idee, in grado di far credere nel futuro, in positivo, della siderurgia italiana ed europea.

Tutti a sostegno del comparto siderurgico nazionale ed europeo, e noi di Global Steel siamo ben contenti che il futuro del settore sia in crescita, seppure leggera, e che continui ad essere dinamico e competitivo.