L’acciaio, un materiale da costruzioni

Posted · Add Comment

La Fiera Made in Steel, del maggio appena passato, ha ottenuto un gran successo ed è stata, ancora una volta,  testimone dell’importanza dell’acciaio, in tutti i suoi utilizzi.

Proprio la sede della Fiera, a Rho dove si è svolta, è stata costruita con una quantità di acciaio tale, proprio perché per le sue caratteristiche uniche e proprietà meccaniche, tipiche degli acciai al carbonio, è in grado anche di dare una notevole resistenza alla corrosione.

A testimonianza di queste qualità, ad esempio, oggi le piscine di lusso e dal carattere unico, sono costituite da acciaio. Sì, fatte con pannelli modulari, oppure piscine in monoblocco, sempre in acciaio. Le lamiere in acciaio inox 316 sono protette già al momento della produzione con uno strato di PVC.

I pannelli in acciaio, sono saldati tra loro e sostenuti da robusti contrafforti, sempre in acciaio,  e la struttura interna, può essere lavorata in acciaio specchiato, satinato o lucido. 

Il trattamento antimicotico e anti-UV a cui è sottoposto il materiale, ne garantisce inoltre perfetta inalterabilità ed igienicità.

Resiste alla corrosione per la presenza di elementi di lega, principalmente cromo, in grado di ricoprirsi di uno strato di ossido sottile e aderente, praticamente invisibile, di spessore pari a pochi strati atomici (dell’ordine dei 0,3-5 nm), che protegge il metallo, o la lega sottostante, dall’azione degli agenti chimici esterni.

Le proprietà dell’acciaio sono infinite, lo sappiamo bene, tanto da renderlo versatile e indispensabile anche nell’ambito delle costruzioni. “E l’acciaio strutturale raddoppia il suo utilizzo nell’edilizia: dal 18% nel 2005 al 33% nel 2015!” Ed è sempre in crescita.

Letto su “Indagine sull’impiego dei materiali nel mercato delle costruzioni non residenziali in Italia. Analisi della diffusione dei prodotti in acciaio – Trend degli ultimi dieci anni e sviluppi futuri del mercato immobiliare”, condotta dal Dipartimento ABC del Politecnico di Milano.

Significa quanto sia importante, oggi, questo materiale, con il quale si costruiscono anche le chiglie delle barche più moderne.

Dal 1929, quando a New York fu costruita una guglia di 38 metri d’acciaio, per il Chrysler Building. Questo grattacielo, ai tempi era in competizione per superare i trecento metri di altezza e superare così altri grattacieli. Grazie alla guglia, proprio quei 38 metri, resero il Chrysler Building il più alto del mondo ed il primo a superare i 300 metri di altezza. L’acciaio era il protagonista.

Da quel momento è stato usato nella struttura di grattacieli e costruzioni di differenti tipologie, per poi allargarsi ad essere utilizzato nell’industria di qualsiasi genere.

Per chi volesse gioire nella lettura riguardo l’acciaio usato per le grandi costruzioni, consiglio una pubblicazione di 36 pagine, messa in evidenza da l’ International Stainless Steel Forum (http://www.worldstainless.org/Files/issf/non-image-files/PDF/ISSF_Stainless_Steel_in_Architectural_Applications.pdf ).

È un curioso viaggio tra le  meraviglie dell’acciaio inossidabile, a partire dalla guglia del Chrysler Building di New York, passando alla facciata del Len Lye Museum in Nuova Zelanda e tante altre ancora. Da rimanere incantati.

Tutte costruzioni, considerate tra le più belle/moderne al mondo, e l’acciaio simbolo anche di bellezza, oltre che di infinita versatilità, direi uno dei pochi materiali capaci di riunire in sé mille caratteristiche strabilianti.

Comments are closed.