Acciai Inossidabili

Quelli più comuni sono:
MARTENSITICI (AISI 420), induribili con un trattamento termico;
FERRITICI (AISI 430) a struttura ferritica stabile indipendente dalla temperatura;
AUSTENITICI (AISI 304 – 316) a struttura austenitica stabile indipendente dalla temperatura.

Gli acciai martensitici sono quelli aventi indicativamente un tenore di carbonio compreso tra 0,1/0,50% con punte anche di 1% e oltre, nonché un tenore di cromo indicativamente compreso tra 11 e 19%;
​La forza e la durezza superiori distinguono gli acciai inossidabili martensitici dalle altre famiglie di acciai inossidabili.
Alcuni esempi di impieghi: l’utensileria inossidabile (coltello, forbice, bisturi, lametta, iniettore per motore a scoppio).
Gli acciai ferritici sono quelli aventi indicativamente un tenore di cromo compreso tra 10,5/30% e tenori di carbonio molto bassi, solitamente al di sotto dello 0,1%;
Acciaio ferritico al Cr, non temprabile e di uso generale.
Non adatto per particolari sollecitati meccanicamente.
Resiste bene all’azione dei composti solforosi, anche a temperature medio-elevate.
Alcuni esempi di impieghi: Attrezzature per bar-ristoranti, particolari per l’industria alimentare, elementi decorativi architettonici, parti di elettrodomestici, accessori per automobili, parti di bruciatori.
Gli acciai austenitici sono quelli che oltre al cromo, in ragione del 16/28% contengono nichel in ragione del 6/32% e tenori di carbonio molto bassi, al di sotto dello 0,15%.
304 Acciaio al Cr-Ni austenitico, non temprabile, resistente alla corrosione. Buona saldabilità e discreta resistenza alla corrosione intercristallina. Ottima tenacità fino a basse temperature.
Alcuni esempi di impieghi: tipologia più diffusa, il suo impiego spazia in tutti i settori fra i quali: impianti per industrie:chimiche, farmaceutiche, petrolifere, tessili, alimentari, navali, attrezzature per cucine, bar, ristoranti, posaterie, stoviglie, alcuni componenti per elettrodomestici.
316 Acciaio al Cr-NiMo austenitico, non temprabile, dove la presenza del Molibdeno gli conferisce particolare resistenza alla corrosione.
Anche le proprietà meccaniche alle alte temperature sono migliori di quelle dei tipi senza Molibdeno.
Alcuni esempi di impieghi: Attrezzature chimiche per condizioni particolarmente gravose, attrezzature a contatto con acqua o ambiente marino, attrezzature per sviluppo fotografico, camicie per bollitori, impianti per industrie chimiche, tessili, alimentari, distillerie, petrolifere, farmaceutiche, cartarie, materie plastiche.